GIUDIZIO GIURIDICO E PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA
di Bruno Romano
Università di Roma “La Sapienza” –


Scarica l’articolo intero >



Abstract

La figura di Francesco Gentile presenta il nucleo essenziale di quella Filosofia del
diritto concepita nella scuola di Padova, con Enrico Opocher, e nella scuola di
Roma, con Sergio Cotta. La formazione ed il pensiero di Francesco Gentile si
radicano nella direzione dei classici, esplicitamente nelle domande prime della
metafisica, mostrando attenzione al concretizzarsi del diritto che incide sulla persona
e sulle relazioni interpersonali. Gentile ha la piena, lucida consapevolezza che la
ricerca della verità e della giustizia non sono separabili e che le affermazioni su un
‘diritto senza verità’ avviano ad una visione della giuridicità destinata al nichilismo
giuridico.