C.KUKATHAS, Arcipelago Liberale: Una Teoria della Diversità e Libertà,
LiberiLibri, Macerata 2011, pp. 460.
di Carlo Argenton


Scarica l’articolo intero >

La seconda metà del Novecento ha assistito all’emergere di due fenomeni sociali e politici che hanno generato le premesse per un radicale ripensamento della tradizione liberale. In primo luogo, la rivendicazione da parte di popolazioni “indigene,” in paesi come Canada e Australia, di diritti di gruppo ha forzato un ripensamento della concezione tradizionalmente individualistica del diritto.
In secondo luogo, l’esplosione del fenomeno migratorio internazionale ha portato ad una profonda diversificazione interna delle societa’ occidentali.
Per una filosofia politica come quella liberale che fin dalle sue origini ha cercato di riconciliare il principio di un ordine politico con il maggior rispetto possibile per diversita’ e tolleranza l’emergere di societa’ “multiculturali” ha per molti aspetti segnato un punto di svolta per le sue indagini normative.